martedì 28 giugno 2011

...forse alla fine di questo post troverò un titolo adeguato...ma per il momento rimane senza.


Sono passati nove mesi e cinque giorni da quando non ci sei più...ho impresso nella mente quel giorno, mi torna in mente continuamente, e per levarmelo dalla testa devo scuoterla,come si fa per dire no...ma potrei scuoterla per un'ora intera, e quel ricordo tornerà sempre a galla.
E' la prima volta che scrivo di te...un pò ne ho anche timore, perchè non sono brava con le parole...ma ci proverò, come tu mi dicevi sempre di fare per tutte le cose!!
mi manchi...il prossimo weekend vado in spiaggia dalla nonna...e tu non ci sarai...è la prima estate che non ci sei, la spiaggia non sarà la stessa senza di te, senza le tue barzellette, senza i tuoi "giochi di prestigio", senza i tuoi gabbiani...


le prime volte senza di te stanno quasi per finire...ma ne mancano ancora due...manca il primo compleanno della nonna senza di te, quest'anno lo festeggia proprio l'8 luglio...ma non ci sarà nessuno a canatre "alziamo il bicchier, facciamo cin-cin, beviam beviam beviam..."eri tu quello che cantava sempre :)
e poi...poi manca il mio primo compleanno senza di te...quest'anno sono 24... ...forse devo ritenermi fortunata nell'averti avuto per 23 anni...ma c'erano ancora un sacco di cose che io potevo darti, ma soprattutto un'infinità che tu potevi dare a me.
Molte volte penso che sono stata la prima nipote, che ho avuto la fortuna di avere tutti e quattro i nonni solo per me per ben sei anni, prima che arrivassero tutti gli altri nipoti!! Sono stata fortunata :)
E penso anche che sono stata l'ultima nipote che ti ha visto, quella stessa mattina...me lo ricordo come fosse ieri...finito il prescuola, salgo le scale, un saluto alla nonna, un saluto a te, due chiacchiere con le zie, un'altro saluto a te e poi a casa...e dopo un paio d'ore...arriva il mio papà a darmi la notizia...non ci volevo credere, ti avevo visto quella mattina, ti avrei voluto salutare meglio, avrei voluto abbracciarti, avrei voluto che tu rispondessi al mio saluto, al mio abbraccio, alle mie parole...avrei voluto un altro sacco di cose...ma non era più possibile farle...
ho pianto notti intere per te, e anche adesso scrivendo(ti) qualche lacrima è scesa...ma fa parte del tutto, e non me ne vergogno.


Ci sono altri infiniti pensieri per te nella mia testa...prometto che li scriverò, nel frattempo continua a giocare a canasta col NonnoOliviero, e continua a far volare i gabbiani...


ti lascio con questa...lui l'ha dedicata alla sua nonna...e io la dedico a te






ti voglio bene Nonno

2 commenti:

  1. uh che carina. triste. ma c'è l'amore e quello rimane per sempre.

    RispondiElimina